comportamento e psicosomatica
Tecniche Vibrazionali
Baba Bedi XVI

Contatti
Chi sono

Talenti
Teatro
Foto

Pubblicazioni
Studio

Collaborazioni
mostre

Divenire
Astri

Sappiamo ormai tutti che gli impatti emotivi si depositano sul soma, corpo fisico,
e gli accumuli di questi impatti producono disagi e disturbi.
Abbiamo tutti una eredità genetica da sviluppare, nel senso di migliorare.
Il divulgatore scientifico Matt Ridley spiega molto bene, illustrando il genoma,
come il comportamento incide e può modificare il codice genetico.

Le Tecniche Vibrazionali non sono la semplice imposizione delle mani ma
prevedono una diagnosi: l’esame dei motivi di una situazione,
cosa che viene fatta anche quando portiamo a riparare un oggetto
prima di autorizzarne la riparazione;
e una conseguente terapia: prendersi cura di, ovvero riparare.

Sappiamo tutti che la rabbia trattenuta, a lungo andare, provoca disturbi al fegato,
così come gli stati ansiosi, nel corso del tempo, creano disturbi all'intestino,
sino ad arrivare alla manifestazione ulcerosa,
ugualmente sappiamo come la paura interessa i reni.
Tutti gli organi del nostro corpo hanno una relazione con la nostra emotività.

Ogni disagio, disturbo fisico, ha radici nel comportamento,
nell'atteggiamento che si assume nei confronti
delle vicessitudini, delle relazioni.
Risalire alle matrici, comprenderle e risolverle è il percorso delle Tecniche Vibrazionali,
per aiutare le persone ad avere le idee chiare su ogni aspetto della propria vita,
per ciò è necessario conoscere le radici delle proprie reazioni,
in questo modo un evento critico, in famiglia o sul lavoro,
può essere una occasione per stabilire nuovi equilibri
basati su cognizione di causa e così migliorare le relazioni.

Un elemento molto importante, per relazioni soddisfacenti, corretta auto-stima ed equilibrio,
é la ricerca, scoperta ed espressione dei talenti interiori.
Non di rado si ignorano i talenti che portiamo in noi,
come non di rado si tende a sottostimare le proprie capacità.
Un talento non espresso troverà comunque un modo per essere vissuto,
facilmente in forma prevaricatrice nelle relazioni,
ad esempio chi ha l'arte dell'oratoria può essere solo logorroico,
così da annoiare amici e conoscenti anzichè affascinarli esprimendo il talento dell'arte oratoria,
oppure il talento della drammaturgia può sfogarsi raccontando frottole, fantasie,
così da perdere di credibilità anzichè stupire esprimendo le capacità drammaturgiche,
e ugualmente per tutti i talenti che ignoriamo, soffochiamo, non esprimiamo.
Esprimere i talenti non richiede nessuna scuola particolare ma solo alcuni incontri
per rendersi autonomi nella propria auto-espressione,
apprendendo anche a dialogare con la propria psiche.

Negli incontri individuali si apprende a conoscere sè stessi, i reali bisogni,
desideri e aspirazioni, il come soddisfarli e realizzarli,
fissa un appuntamento dal menù contatti